Fermiamo quella catena

Bufale ed ancora Bufale, ormai sembra diventato uno sport nazionale. 

Se vi capita di incrociare sui social un post che parla di una bambina malata che necessita di sangue per favore non inoltratela ai vostri contatti. Questa bufala gira ormai da molti anni, ed ogni tanto torna di moda innescando l'ennesima catena di S. Antonio grazie alle condivisioni di molti, facendo leva sulla loro sensibilità.

"Mi aiuti a diffonderlo? C'è bisogno di sangue A RH negativo per una bambi­na che sta molto male...“ questo è il messaggio che

inganna la loro buona fede.

Il rischio è creare confusione tra le persone facendogli perdere la fiducia in chi si prodiga ogni giorno per favorire la donazione e colmare l'enorme ed infinito bisogno di sangue.

Ricordiamoci che la donazione è sempre ANONIMA, VOLONTARIA e GRATUITA, che per donare bisogna recarsi presso un centro Trasfusionale dell'ospedale della propria città oppure nei centri di raccolta gestiti dalle associazioni di donatori di sangue.

Ricordiamoci anche che se desideriamo essere d'aiuto per il prossimo, non basta diffondere messaggi sui social anche se non sono bufale ma occorre essere presenti di prima persona, imparare a donare il proprio sangue, almeno finché le nostre condizioni fisiche ce lo permettono. 

Quindi se ancora non siete dei donatori di sangue vi invitiamo a diventarlo e provare la soddisfazione di aver fatto una cosa piccola ma grande allo stesso tempo.

Per maggiori informazioni non esitate a contattarci, clicca qui e scrivici, ti aspettiamo.... 

 

leggi anche:

Info preliminari alla donazione

Perché donare

Dove e come donare

Diventa donatore