Le nostre notize

Seguici sempre

slogan

La donazione di plasma

Come tutti saprete, è possibile donare il sangue intero oppure i singoli suoi componenti: globuli rossi, piastrine e plasma. Quest'ultimo si ottiene tramite la separazione del sangue intero attraverso la procedura chiamata Plasmaferesi.

Ma qual'è la differenza tra donare il sangue intero o soltanto il plasma?

Donare il sangue intero

Questo tipo di donazione si ottiene donando appunto l'intero sangue, dura circa 10-15 minuti la quantità donata solitamente è una sacca.

Donare il solo plasma

Con questo tipo di donazione si effettua tramite una apparecchiatura (separatore cellulare) che separa trattenendo il plasma mentre la parte corpuscolare che viene reinfusa nel donatore. Il plasma donato sarà reintegrato con infusione di soluzione fisiologica e assunzione di liquidi.

Ma perché donare il plasma anziché l'intero sangue

L'intervallo minimo di donazione del sangue è di sei mesi per le donne e tre mesi per gli uomini.
Donando il solo plasma invece, tali intervalli possono essere ridotti notevolmente ad un minimo di 15 giorni, sia per le donne che per gli uomini e questo grazie al fatto che i liquidi possono essere reintegrati facilmente e per il fatto che non ha effetti collaterali come la riduzione del livello dell'emoglobina. Inoltre donare il plasma non causa capogiri che possono accadere dopo una donazione di sangue.

La scelta di donare plasma dipende dalle caratteristiche del donatore e dai bisogni terapeutici.

Quanto plasma si preleva e quanto dura il prelievo?

Con una donazione di plasmaferesi vengono prelevati tra i 600 e 700 ml di plasma. Tra una donazione di plasma e l’altra devono trascorrere almeno 14 giorni. È possibile donare fino a 12 Lt all’anno.

Il prelievo in genere dura circa 50 minuti

Chi può donare il plasma?

Per donare il plasma occorre avere una età compresa tra i 18 e 65 anni, un peso corporeo minimo di 50kg. Il plasma può essere donato anche da soggetti con valori di emoglobina tali che non permetterebbero la donazione tradizionale di sangue ed inoltre, da soggetti portatori sani di anemia mediterranea.

E' sicuro donare il plasma?

La donazione di sangue avviene sempre in maniera sicura, utilizzando materiali nuovi e sterili. Il donatore non corre alcun rischio di entrare in contatto con il sangue donato da altri soggetti e quindi non ci sono rischi di trasmissione.

E' importante donare il plasma?

La donazione del plasma riveste un ruolo fondamentale nella cura di molte patologie, anche rare. Si possono trattare molti disordini genetici.

Fattori della coagulazione
Sono indicati nel trattamento dell’emofilia e di altre malattie emorragiche congenite.

Immunoglobuline
Sono utilizzate per il trattamento delle immunodeficienze primitive e in molti disordini neurologici.

I deficit congeniti di alfa 1 antitripsina, antitrombina, C1 inibitore, plasminogeno sono altri esempi di patologie rare che beneficiano di questi medicinali.

In conclusione

la donazione è sempre un atto assolutamente volontario, gratuito e responsabile e tutti possono contribuire a garantire la autosufficienza del sistema trasfusionale italiano, affinché ogni paziente possa avere a disposizione la quantità di sangue o suoi emoderivati in caso di bisogno.

Donare il sangue o i suoi emoderivati è quindi un dovere morale di ognuno di noi che deve essere fatto con continuità e non solo quando purtroppo accade che un nostro parente/conoscente subisce un'infortunio ed ha bisogno di trasfondere.

Se vuoi maggiori informazioni oppure vuoi donare il tuo plasma, non esitare a contattarci, siamo sempre a tua disposizione. Compila il modulo che trovi a questo indirizzo, e sarai ricontattato senza alcun impegno dal nostro staff.


 

fonti:
Centro Nazionale Sangue
Italia Plasma
AVIS.it