TIpi di donazioni

Esistono diverse tipologie di donazioni:

  • sangue intero
  • plasma (plasmaferesi)
  • piastrine (piastrinoaferesi)
  • donazione multipla di emocomponenti.

 

Sangue Intero

Con questo tipo di donazione viene prelevato dal donatore il sangue in una misura di circa 450ml in circa 10 minuti (durata media). Si utilizzano a tale scopo delle apposite sacche sterili contenenti una soluzione anticoagulante.

Il sangue raccolto viene separato in laboratorio nei suoi costituenti, per cui da una singola unità di sangue intero si ottengono tre unità di emocomponenti:
  1. globuli rossi,
  2. piastrine
  3. plasma.

 

Aferesi

Si esegue con apparecchiature che prelevano il sangue e ne separano le componenti ematiche, trattenendo quelle di cui si ha necessità (plasma, piastrine, ecc), mentre i restanti elementi vengono restituiti successivamente, utilizzando un unico accesso venoso. Ha una durata compresa tra i 40/50 minuti (per la plasmaferesi) e i 90 minuti (per la piastrinoaferesi).

 

Plasmaferesi

Questo tipo di donazione permette di prelevare solo Plasma (la componente liquida del sangue) dal donatore. Questo tipo di donazione può essere effettuata con maggior frequenza poichè il plasma viene prontamente ripristinato nel nostro organismo.

 

Piastrineaferesi

Con questo tipo di donazione, attraverso una apparecchiatura detta separatore di cellule, viene effettuato il prelievo delle sole piastrine che dovranno essere utilizzate entro 5 giorni dal prelievo.

Donazione multipla di emocomponenti

Grazie all’impiego di separatori cellulari è possibile effettuare anche donazioni multiple di emocomponenti, come ad esempio una plasmapiastrinoaferesi (donazione di plasma e piastrine), una eritroplasmaferesi (donazione di globuli rossi e plasma), una eritropiastrinoaferesi (donazione di globuli rossi e piastrine), una donazione di piastrine raccolta in due sacche, una donazione di 2 unità di globuli rossi.

L’elenco completo dei volumi minimi e massimi per ciascuna tipologia di donazione è contenuto nell’allegato V parte A del Decreto del Ministero della Salute del 2 novembre 2015 recante “Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti”.